.
Annunci online

Partito democratico

25 settembre 2013
"Caos in Piazza S. Marco conseguenza della mancanza di una visione generale di viabilità". Comunicato stampa
Tutti possono sbagliare, per carità. E di errore madornale si può tranquillamente parlare per le modifiche alla viabilità apportate per una giornata in Piazza S. Marco, modifiche che hanno provocato un tilt del traffico e caos nella viabilità non solo di questa piazza, ma in buona parte del Centro storico. L’assessore Caverni, che pure si è assunto la sua responsabilità, sbaglia però a sostenere che si sia trattato di un “errore dei tecnici, non della politica”: i tecnici fanno ipotesi e valutazioni, poi però sta alla politica scegliere e prendere decisioni in base al proprio ruolo. Troppo facile se quando le cose vanno bene il merito è dei politici, e quando vanno male la responsabilità è solo dei tecnici.
Al di là del singolo episodio, crediamo che ad essere mancante è una visione strategica della viabilità in Centro storico; la “politica dei piccoli passi” vantata da questa Amministrazione come opera di buon senso in realtà può incappare in notevoli errori, quando a mancare è una visione generale che tenga insieme le esigenze del trasporto pubblico e di quello privato; in questo senso invitiamo la Giunta a prendere in considerazione senza pregiudizi ostili le proposte sul trasporto pubblico in Centro avanzate recentemente dalla Cap.
Come Gruppo presenteremo in Circoscrizione una interrogazione per conoscere quanto sia costato ai cittadini pratesi questo intervento, realizzato e smantellato nel giro di una sola giornata.

Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.



permalink | inviato da pdpratocentro il 25/9/2013 alle 8:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 settembre 2013
"Bene il finanziamento per la Declassata, ma quello del viadotto è il progetto sbagliato". Comunicato stampa
Come Centrosinistra abbiamo sempre ribadito l’importanza strategica, per la città ma non solo, del raddoppio della Declassata al Soccorso; abbiamo allo stesso tempo sempre considerato positivo ogni tentativo di ottenere finanziamenti da Roma per questa opera importante, qualunque fosse il governo in carica in quel momento. Critichiamo invece la scelta operata da questa Giunta in favore del progetto del viadotto, una delle tante modalità possibili di realizzare il raddoppio della Declassata. Si tratta di una scelta sbagliata perché l’intervento che si intende realizzare non è soltanto di natura viaria, ma anche urbanistica e architettonica; un’amministrazione responsabile dovrebbe quindi guardare sia alla efficienza dell’infrastruttura, sia alla sostenibilità del suo impatto in quartiere caratterizzato da una impressionante densità abitativa unita a una carenza evidente di servizi e spazi pubblici per i cittadini. Quello del viadotto, come ribadito anche dall’Ordine degli architetti e dai residenti del quartiere, è il progetto peggiore da questo punto di vista; guardando infatti alla forte problematica di degrado che attanaglia il quartiere già ora, non è difficile immaginare cosa potrà diventare lo spazio sottostante il cavalcavia che dividerà in modo indelebile due parti della città: tanti esempi in giro per l’Italia ce lo mostrano. Capisco l’esigenza da parte dell’attuale Giunta di “portare a casa” il finanziamento dell’opera prima delle prossime elezioni amministrative, ma le scadenze della politica non sono sempre il metro utile per pensare e intervenire sulla città: sarebbe necessaria una maggiore lungimiranza che non guardi soltanto alle imminenti elezioni ma alla qualità e vivibilità del nostro territorio, dove vivranno le prossime generazioni. E non si parli di costi minori del viadotto, visto che la Giunta non ha neanche preso in considerazione un progetto di interramento come quello elaborato dall’ingegner Ciatti, che prospettava costi pienamente sostenibili.

Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.



permalink | inviato da pdpratocentro il 18/9/2013 alle 10:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 aprile 2013
"Una proposta del Pd Centro contro il caro affitti in Centro storico". Comunicato stampa

"Sul tema del caro affitti in Centro storico il Gruppo Pd della Circ. Centro lancia una proposta sotto forma di una mozione che sarà a breve presentata in Consiglio e che verrà affiancata da una campagna d’informazione che si svolgerà nelle prossime settimane.
Il Pd Centro propone di intervenire contro questo problema che contribuisce in modo significativo, assieme alla crisi economica, al proliferare di fondi vuoti nelle strade del Centro storico, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi che puntino ad aiutare chi vuole scommettere con la propria attività in questa parte così importante della nostra città, cercando di rispondere a due esigenze diffuse: da una parte, la richiesta di affitti più bassi da parte dei commercianti; dall'altra, la necessità di costruire un rapporto di fiducia più solido tra il proprietario del fondo e l'attività ospitata.
Nella mozione si propone che l’Amministrazione stabilisca un fondo economico a cui possano accedere, attraverso bando pubblico, progetti di imprenditoria giovanile, artigianale o commerciale e start-up che rispondano a particolari requisiti di valorizzazione del Centro storico. Grazie a questo fondo si provvederebbe a rimborsare parte dell’Imu, nei primi anni di attività, ai proprietari dei locali che decidano di concedere la locazione ai progetti vincitori dal bando comunale. I proprietari sarebbero quindi incentivati a concedere affitti più bassi, avendo allo stesso tempo garanzia di un rapporto fiduciario con l'attività commerciale ospitata.
Nella mozione si propone inoltre che l’aliquota dell’Imu venga progressivamente aumentata ai proprietari che tengono sfitto il proprio fondo oltre un certo periodo di tempo. Così si scoraggerebbero coloro che preferiscono tenere vuoti i propri locali piuttosto che abbassare l’affitto richiesto ai commercianti, o che alzano l'affitto ad attività già avviate, contribuendo così a provocarne la chiusura.
Si tratta di una proposta fattibile che, nel quadro di una difficoltà economica penalizzante, potrebbe contribuire a dare respiro al commercio pratese, promuovendo un incentivo all’impresa e alla voglia di investire nel Centro storico della nostra città".

Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.
 




permalink | inviato da pdpratocentro il 13/4/2013 alle 8:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 marzo 2013
"Il provvedimento della Giunta su Via Magnolfi è un ritorno al passato". Comunicato stampa
"Crediamo che la decisione dell’Amministrazione comunale di modificare Via Magnolfi da zona pedonale a zona a traffico limitato rappresenti un passo indietro non solo per quella singola strada ma per una parte importante del nostro Centro storico. Il provvedimento dell’Amministrazione infatti farebbe tornare al passato la funzione di una via la cui pedonalizzazione e rifacimento in pietra del fondo stradale erano stati voluti dalle amministrazioni precedenti per recuperare dal degrado non una strada qualsiasi, ma quella che è nei fatti una sorta di porta d’accesso al Centro storico per coloro che scendono alla stazione del Serraglio con l’intento di visitare il nucleo artistico della nostra città. Non è difficile immaginare le conseguenze che un aumento del traffico privato avrebbe sulla pavimentazione, per altro già precaria, della strada, andando contro alla sua natura e funzione di passaggio pedonale ormai consolidata negli anni.
Questo provvedimento manifesta ancora una volta la mancanza di visione strategica da parte di questa Amministrazione nei confronti del Centro storico; quale visione generale può infatti tenere assieme la giusta pedonalizzazione di Piazza delle Carceri con l’abolizione dell’Apu di Piazza S. Agostino o di via Magnolfi? E perché limitarsi a controllare tramite i sacrosanti varchi elettronici soltanto una parte della zona pedonale e non l’intera Ztl, più soggetta al traffico selvaggio? Il rischio che vediamo in questo insieme di singoli provvedimenti sconnessi è quello che si crei un Centro storico “di serie A”, piccolo e ben controllato, e un Centro storico “di serie B”, più vasto e meno tutelato".
 
Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.



permalink | inviato da pdpratocentro il 26/3/2013 alle 18:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 agosto 2012
Risultati campagna d'ascolto

L'articolo del Tirreno di Prato che riporta i risultati della Campagna d'ascolto promossa dal Circolo Pd Tintori.




permalink | inviato da pdpratocentro il 19/8/2012 alle 17:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 giugno 2012
Il Gruppo Pd Circ. Centro porta in Consiglio il dibattito sul progetto di interramento della Declassata" - Comunicato stampa

"Sarebbe davvero un errore attribuire il progetto di interramento della Declassata elaborato dall’ingegnere Ciatti a una parte politica piuttosto che a un’altra. Di fatto questa proposta ha riscontrato interesse non solo nelle file del Centrosinistra, da sempre favorevoli all’interramento della Declassata, ma anche presso una parte consistente del Pdl pratese, soprattutto perché unisce la necessità di interramento alle esigenze di contenimento dei costi dell’opera, cosa che sembrava la principale preoccupazione della Giunta comunale. Per questi motivi come Gruppo Pd della Circoscrizione Centro abbiamo presentato una interpellanza per discutere questa proposta progettuale; riteniamo infatti che la Circoscrizione non possa fare a meno di pronunciarsi su un intervento urbanistico che in un modo o nell’altro avrà un impatto significativo su una parte così importante del proprio territorio, soprattutto dopo un dibattito che ha visto la nostra Circoscrizione sicuramente protagonista. Siamo interessati a conoscere il parere della maggioranza di Centrodestra su questa proposta, in particolar modo se è disposta a farsene promotrice nei confronti dell’Amministrazione comunale, augurandoci che non si ricorra ad ambiguità come quando venne bocciata la nostra mozione in favore dell’interramento (unico caso tra tutte le Circoscrizioni) perché “superata” in quanto già fatta propria dal Sindaco. Siamo di fronte ad un progetto serio, compatibile con le esigenze di efficienza dell’infrastruttura, di vivibilità del quartiere, di realizzabilità dell’opera. Pertanto crediamo che ignorarlo sarebbe soltanto segno di malafede e di scarso interesse per il bene della città".

Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.
 




permalink | inviato da pdpratocentro il 4/6/2012 alle 13:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 giugno 2012
"Soccorso: Amministrazione inadeguata, a rimetterci sono i cittadini" - Comunicato stampa
"In questi giorni il tema della sicurezza al Soccorso ha visto contrapporsi su tre diversi fronti la Prefettura, l’Assessore Milone e il Presidente della Circoscrizione Centro Massimo Taiti, l’un contro l’altro armati per attribuirsi vicendevolmente la responsabilità delle mancate promesse fatte ai cittadini del Soccorso in due successive assemblee pubbliche.
Non vogliamo intervenire tanto sull’aspetto giuridico della vicenda, né sulla corretta definizione di “ronda”; chiarimenti in questo senso arriveranno da chi di dovere. Certo è che a rimetterci sono i residenti del quartiere interessato, che hanno avuto modo di assistere all’inadeguatezza e all’approssimazione dei comportamenti e delle azioni promesse da questa Amministrazione.
In realtà noi crediamo che l’equivoco e l’incomprensione nascano proprio nella definizione del problema, così come è stato fin qui proposto alla città dagli amministratori della giunta Cenni ed  in particolare dall’Assessore Milone, che in questi anni ha rivolto ai cittadini in modo strumentale ed irresponsabile numerosi proclami serviti soltanto a creare allarmismi e aspettative che adesso non sono più facilmente rimovibili. Dopo aver fatto propaganda sulla sicurezza nemmeno la furbizia politica di un uomo come Milone è in grado di convertire in azioni positive il disagio di abitare in un quartiere che oggettivamente vive una trasformazione profonda del proprio tessuto sociale. Crediamo che in questo senso sia giusta l’idea di favorire la riconquista da parte dei cittadini del pezzo di città in cui sono nati e cresciuti, attraverso iniziative di aggregazione e di partecipazione pubblica; ma queste da sole non sono sufficienti e la gente del Soccorso l’ha gridato a chiare lettere soprattutto all’Assessore nell’ultima Assemblea pubblica di circa un mese fa.
Crediamo sia prioritario un intervento complessivo di riqualificazione urbanistica del quartiere, a partire dalla scelta di interramento della Declassata fino alla definizione dell’intervento sull’area dell’ex-Ambrosiana secondo le indicazioni della variante già approvata nella passata legislatura. Parallelamente è necessario organizzare il controllo del territorio, possibilmente coordinando il lavoro delle diverse istituzioni che vi sono preposte: in questo modo magari si eviteranno in futuro altre figuracce".
 
Fabio Caregnato, Segretario Circolo Pd Soccorso; Gabriele Bosi, Capogruppo Pd Circ. Centro.
 



permalink | inviato da pdpratocentro il 3/6/2012 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 maggio 2012
"Proposta Pd-Idv: varchi elettronici per la Ztl" - Comunicato stampa

"L'installazione di varchi elettronici in una parte dell'area pedonale rappresenta un fatto positivo per una maggiore tutela del nostro Centro storico. Vogliamo ribadire tuttavia che per porre un limite significativo ai problemi che il traffico selvaggio causa da anni alla vivibilità del Centro storico pratese è necessario un intervento più coraggioso ed efficace: l'installazione dei varchi elettronici a tutela di tutta la Zona a traffico limitato, sull'esempio delle principali città italiane.
Sappiamo che in questo senso nelle intenzioni dell'Assessore Caverni c'è un approccio graduale; ma perché non lavorare da subito per la tutela di tutto il Centro storico dal traffico selvaggio, che è grande, ricordiamo, meno di un chilometro quadrato? Il rischio infatti è che con questo provvedimento si formi un Centro storico di "serie A", estremamente ridotto e ipertutelato, e un Centro storico di "serie B", più ampio e in cui scarseggiano i controlli. Noi crediamo che il rispetto delle regole debba valere sia per l'Apu che la Ztl. E riteniamo che un intervento del genere, oltre a dare un messaggio importante a tutta la città, porterebbe un miglioramento significativo della vivibilità del Centro storico, a vantaggio di residenti, commercianti, frequentatori, turisti, e del nostro patrimonio artistico sottoposto troppo spesso ai danni dell'inquinamento da traffico.
Per questo presenteremo in Circoscrizione Centro una mozione congiunta Pd-Idv per l'installazione dei varchi elettronici per tutta la Ztl".

Gabriele Bosi, Capogruppo Pd Circ. Centro; Luigi Ulli, Capogruppo Idv Circ. Centro.
 




permalink | inviato da pdpratocentro il 7/5/2012 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

28 aprile 2012
Sempre su sicurezza e decoro urbano

Umberto Cecchi, giornalista nonché Presidente del teatro Metastasio, replica al mio intervento sulla sicurezza e sul decoro nel Centro storico di Prato.
Qui di seguito il mio breve commento pubblicato su Facebook: "Ringrazio per l'attenzione il signor Cecchi. Faccio però notare che il ben noto slogan "ora le cose non funzionano, è vero, ma neanche prima" non è più sufficiente per scaricare le responsabilità dell'attuale Amministrazione.
Il Centrodestra pratese ha vinto le amministrative facendo della sicurezza e della lotta al degrado il proprio cavallo di battaglia. Mi sembra giusto, a questo punto, chiedere conto dei risultati. Se questi sono pessimi (come lo stesso Cecchi certifica, in modo ben più duro del mio), bisogna prendere atto che il Centrodestra ha fallito. Non c'è scaricabarile che tenga
".

Gabriele Bosi
Capogruppo Pd Circoscrizione Centro.

 




permalink | inviato da pdpratocentro il 28/4/2012 alle 19:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 aprile 2012
"Votiamo contro un Piano strutturale senza prospettive per il futuro della città" - Comunicato stampa

"Il Piano strutturale promosso dalla Giunta comunale che stiamo discutendo in questi giorni nei nostri Consigli di Circoscrizione poteva rappresentare l’importante occasione di chiamare a raccolta le forze economiche, politiche e sociali della città per discutere sul futuro di una realtà in profonda trasformazione come la nostra e per dare risposte di lungo periodo ai bisogni diffusi del territorio.
Purtroppo così non è stato, e al termine di un presunto percorso “partecipativo” consistito in una roboante presentazione al teatro Metastasio e in appena cinque incontri con i cittadini, quello che ci viene presentato dai tecnici del Comune (mai, chissà perché, da un assessore di questa Giunta) più che rappresentare una proposta di sviluppo per il nostro territorio sembra essere piuttosto un tentativo confuso di mettere insieme singoli interventi senza un’idea complessiva di città.
Dalle mancate risposte sulle funzioni a cui destinare l’area dell’ex Ospedale nella Circoscrizione Centro all’irrealistico progetto di una galleria nella Calvana che colleghi Mezzana e Santa Lucia nella Circoscrizione Est; dai tentativi di cementificazione dell’Ippodromo nella Circoscrizione Sud, ai progetti analoghi per l’area verde di Capezzana nella Ovest; dall’incerto futuro urbanistico dei Macrolotti alla mancata valorizzazione dei borghi nella Circoscrizione Nord, appare evidente come questa Amministrazione da una parte presenti progetti ambiziosi (vedi il Macrolotto 0) senza spiegare come intende realizzarli, dall’altra sembra più interessata a favorire interessi privati (edificatori) rispetto alla valorizzazione degli spazi pubblici. Non accettiamo confronti al ribasso sul futuro della nostra Prato e prendiamo atto, con molto rammarico, che chi oggi dovrebbe indicare il volto nuovo della città dimostra, con questa occasione mancata, di non possedere per nulla quella “stoffa” che ha sempre contraddistinto con successo la nostra città, in Toscana e nel Paese"

I Capigruppo Pd: Gabriele Bosi, Circoscrizione Centro; Simone Tripodi, Circ. Est; Filippo De Rienzo, Circ. Nord; Marco Del Tongo, Circ. Ovest; Gabriele Alberti, Circ. Sud.
 




permalink | inviato da pdpratocentro il 26/4/2012 alle 14:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia aprile